image

Arts & Culture

Fondazione Antonio Ratti

La seta come punto di partenza nella ricerca e nell'innovazione delle arti visive, un immenso patrimonio da condividere, per ispirare o formare talenti. Sono questi i principi della Fondazione Antonio Ratti, nata nel 1985 per volontà di Antonio Ratti, illuminato imprenditore comasco, e del suo Museo Studio del Tessuto, dove sono conservate pregiate collezioni di disegni e tessili antichi, proprio perché, per usare le parole del cavalier Ratti, «nella mia vita ho sempre trovato grandi spunti per la creatività nei musei. Vorrei che altri fossero in grado di seguire la mia strada».

image
image

La Fondazione Antonio Ratti, oggi presieduta da Annie Ratti, è un ente morale senza scopo di lucro, progetto tangibile di promozione del patrimonio serico del territorio con un'estensione al Metropolitan Museum di New York.

La Fondazione approfondisce la storia e la cultura del passato per indagare le tendenze di domani con iniziative, forum, ricerche di interesse artistico, culturale e tecnologico.

image

È nella sede di Villa Sucota, sulla via fra Como e Cernobbio, che la sua attitudine si traduce in realtà grazie alle mostre tematiche e a una biblioteca sul tema della sete e dei filati, con una ricca collezione di riviste, volumi antichi e più di 7800 libri specializzati, un vero e proprio archivio di iconografia del tessuto, strumento indispensabile per sostenere l'arte del tessuto.